CLIENTE: Artefatto

Le fondamenta del progetto: dare nuova vita al bookshop riutilizzando elementi e arredi già presenti

Il progetto di riallestimento del bookshop del Museo Egizio s’innesta nel più ampio piano di restauro che ha coinvolto la struttura espositiva dal 2011 al 2015. Obiettivo del lavoro è stato quello di valorizzare elementi architettonici e di arredo già presenti e innovare lo shop, dando maggior risalto agli oggetti in vendita.

 

La realizzazione: l’alternanza dei vuoti e dei pieni che esalta gli oggetti in esposizione

Punto di partenza dell’intervento: rendere lo spazio del bookshop accessibile ad adulti, bambini e diversamente abili, senza rinunciare alla filosofia che ha ispirato il progetto di restauro del museo. Lo spazio è anche qui pervaso da un’alternanza di pieni e di vuoti, da superfici trasparenti e nicchie colme di oggetti, e il percorso di vendita è strutturato attorno a due moduli espositivi che occupano lo spazio centrale del negozio.
Nuovi arredi, nuovi punti luce, nuova grafica per uno spazio capace di portare istanze della contemporaneità all’interno di uno dei musei più antichi di Torino.